La noia è una brutta bestia, ma ci sono diversi modi per cercare di allontanarla. Per quanto mi riguarda si tratta di un miraggio avendo marito e figli in casa, senza un aiuto e il lavoro che non accenna a diminuire, tuttavia ho già un ricchissimo elenco di cose da fare per riempire queste settimane. Prima di tutto c’è la sistemazione degli armadi.

A rischio di sfiorare le manie di riordino di Marie Kondo, l’idea di rivoltare tutto per decidere cosa rimettere nei cassetti in file ordinate e piegate per colore mi ispira tantissimo. Golfini, Polo e vestitini Tempus Amoris collezionati in questi anni di fedeli acquisti.  La verità è che l’armadio dei miei figli è pieno di vestiti diventati piccoli e sarebbe ora di fare una sistemazione delle scatole di body e pagliaccetti di quando erano piccoli.

Marie Kondo, per chi non la conoscesse, è la nuova guru dell’economia domestica, nonché scrittrice ed imprenditrice di enorme successo. La sua filosofia, chiamata anche “metodo KonMari” si basa sul ritrovamento della serenità grazie alla sistemazione degli oggetti nella propria casa. Come in ogni sistemazione la parola d’ordine è sempre “less is more”, staccarsi dagli oggetti inutili non può che far bene e questo vale anche per i vestiti dei nostri figli. Davvero sono necessari 10/12 pantaloni della tuta magari bucati? Non sarebbe meglio avere due o tre pantaloni di qualità e una o due tute per la ginnastica? Per quanto mi riguarda la risposta è ovvia e questa teoria sono felice di applicarla anche per quanto riguarda i vestitini da tenere da parte.

Lo spazio non è infinito e anche se lo fosse, temo che non potrei riempirlo di scatole piene di pagliaccetti, ho quindi deciso di tirarle giù dal soppalco per cominciare a sfoltirle un po’, ed è stata dura ma ce l’ho fatta. Ora posso passare all’armadio anche perché come per ogni cambio di stagione ho bisogno di capire cosa dovrò comprare per i bambini, per fortuna la collezione primavera estate di Tempus Amoris è quasi tutta pronta e tra una polo e un vestitino da riordinare, comincio a dare una sbirciatina allo shop online.

Flaminia Camilletti

Share

You Might Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *